L’Unione europea ha destinato più di 1,1 miliardi di euro del Fondo per l’innovazione al finanziamento di 7 progetti innovativi su larga scala, volti a introdurre sul mercato tecnologie di punta nei settori delle industrie ad alta intensità energetica (idrogeno, cattura, uso e stoccaggio del carbonio, energie rinnovabili) che avranno luogo in Belgio, Finlandia, Francia, Italia, Spagna e Svezia.

“L’innovazione è fondamentale per trovare le soluzioni necessarie a conseguire nel decennio in corso l’obiettivo di 1,5 gradi – ha dichiarato Frans Timmermans, Vicepresidente esecutivo della Commissione europea e rresponsabile del Green Deal europeo – Oltre a una marcata riduzione delle emissioni, l’innovazione ci mostra la via per realizzare gli obiettivi dell’accordo di Parigi. La decisione odierna fornisce un sostegno concreto a progetti nel settore delle tecnologie pulite in tutta Europa e permette una maggiore diffusione delle tecnologie di punta in grado di sostenere e ac celerare la transizione verso la neutralità climatica. Il nostro pacchetto Fit for 55 propone di aumentare i finanziamenti al Fondo per l’innovazione in modo che un numero ancora maggiore di progetti innovativi europei possa lanciarsi nella corsa mondiale all’innovazione climatica”.

I progetti sono stati selezionati per il finanziamento nell’ambito del primo invito a presentare proposte del Fondo per l’innovazione relativo a progetti su larga scala, ovvero progetti con costi di capitale superiori a 7,5 milioni di  euro.

I progetti sono stati valutati da esperti indipendenti in base alla loro capacità di ridurre le emissioni di gas a effetto serra rispetto alle tecnologie convenzionali e di innovare andando al di là dello stato dell’arte, ma anche in base al loro grado di maturità, che dovrebbe essere tale da consentirne una rapida diffusione. Tra gli altri criteri di selezione figuravano il potenziale di scalabilità dei progetti e l’efficacia in termini di costi.

 

(fonte: regionieambiente.it)