1. Il 2022 sarà il primo anno in cui saranno installati più di 200GW di energia solare

Il treno solare si sta muovendo più velocemente ora, e il nostro scenario medio per il 2021 è 183GW (range 171-199GW), mentre il nostro scenario medio per il 2022 è 228GW (range 204-252GW).
Questo è un aumento significativo rispetto all’aspettativa del novembre 2020, dove lo scenario più alto per il 2022 era 206GW. Il più grande limite a questa previsione è che non è ancora impossibile che il 2021 sia stato effettivamente il primo anno da 200GW.

2. Il solare e l’accumulo su scala industriale raddoppieranno

BloombergNEF, attraverso il suo database, attualmente tiene traccia di 278 impianti fotovoltaici e di stoccaggio completamente commissionati, con una capacità fotovoltaica totale di 12,5GW e una capacità delle batterie di 2,7GW / 7,7GWh.
I mercati più grandi quest’anno saranno senza dubbio la Cina e gli Stati Uniti. Gli Stati Uniti sono già un mercato consolidato del solare e dell’accumulo., mentre in Cina, venti province ora richiedono o spingono le energie rinnovabili di nuova costruzione ad accoppiarsi con lo stoccaggio di energia.


3. Crescerà l’importanza delle batterie con fotovoltaico a livello domestico

Secondo le previsioni sul solare 2022, moduli fotovoltaici e accumulo residenziali saranno nell’agenda politica e di investimento con una maggiore urgenza rispetto agli anni precedenti. Tuttavia ad oggi c’è ancora poca coerenza tra i paesi sulle regole per incentivare lo stoccaggio o garantire che sia usato a beneficio della rete.

4. I prezzi dei moduli scenderanno 

La produzione di polisilicio è stata il collo di bottiglia nel 2021. 

Insieme alla forte domanda, ha spinto i prezzi dei moduli fino a 27,8 centesimi di dollaro per Watt per il silicio monocristallino standard, moduli mono-facciali che utilizzano celle da 166mm. Prevediamo il 39% in più di produzione di polisilicio nel 2022 rispetto al 2021, con un’offerta totale sufficiente per fare quasi 300GW di prodotti solari al silicio, grazie alla nuova capacità in fase di espansione e allo sblocco produttivo delle fabbriche.

Questo allevierà la crisi dell’offerta. Il prezzo del silicio è già sceso da 37$/kg in ottobre a 32$/kg nell’ultimo mese del 2021. Ci aspettiamo che scenda ulteriormente a 20-25 dollari/kg nella seconda metà del 2022.

Il miglioramento dell’efficienza, e i moduli fatti di wafer più grandi con lunghezza laterale di 182mm e 210mm che diventano un prodotto mainstream, sono stimati per consentire un’altra riduzione dei prezzi dei moduli di 1 centesimo USA/W. Ci aspettiamo quindi un calo dei prezzi dei moduli dell’11-15% a 23-24 centesimi di dollaro/W nella seconda metà del 2022.

5. Nuovi contratti PPA solari in Europa

I contratti PPA (Power Purchase Agreement) stanno emergendo come soluzione sempre più utilizzata a livello globale, per investire nelle rinnovabili e coniugare le esigenze di produttori e consumatori.

Nei mercati dell’Europa settentrionale (Polonia, Danimarca, Germania), un numero più elevato di aziende e utility firmeranno accordi di compravendita per l’energia solare. Ciò accadrà anche in Spagna una volta svanita l’incertezza politica. Nel complesso BNEF stima circa 13,1 GW di PPA fotovoltaici che dovrebbero entrare in vigore nel periodo 2022-2025.